Notizie

Senza categoria

“Delenda Carthago” di Giuseppe Giusti (1809/1850)

“Scriva. Vogliam che ogni figlio d’Adamo
Conti per uomo, e non vogliam Tedeschi:
Vogliamo i Capi col capo; vogliamo
Leggi e Governi, e non vogliam Tedeschi.
Scriva. Vogliamo, tutti, quanti siamo,
L’Italia, Italia, e non vogliam Tedeschi;
Vogliam pagar di borsa e di cervello,
E non vogliam Tedeschi: arrivedello.”

🔴Tratto dall’Opera : “Delenda Carthago” di Giuseppe Giusti (1809/1850)

In questa strofa Giuseppe Giusti si contrappone all’oppressore austriaco, appellandolo tedesco, che nel XIX secolo governa ancora nel Lombardo-Veneto. Il suo è un attacco al dominio straniero in Italia, ma anche un anelito alla libertà e all’indipendenza degli italiani.

Il post è stato suggerito da Jossaf Bachkar, membro dell’Osservatorio Giovani Universitari.

Senza categoria

“Un laboratorio culturale nel cuore della Sila”


Fare della cultura un’esperienza di crescita umana e di sviluppo economico, valorizzando il territorio e rispettando l’ambiente. È stato questo il focus tematico al centro del seminario di ricerca e didattica patrocinato dalla Fondazione “Pomara-Scibetta Arte Bellezza Cultura”. L’interessante iniziativa ha avuto come cornice il Parco culturale “Pomara-Scibetta”, immerso tra le bellezze naturalistiche della Sila presso
Cava di Melis nel comune di Longobucco, con la partecipazione delle classi del Liceo classico del Polo liceale di Rossano. I gruppi classe (IV A e B, III A liceo classico) hanno avuto infatti la possibilità non solo di visitare il Parco culturale, ma anche il Vigneto più alto d’Europa, quindi riflettere su come poter far dialogare cultura umanistica e spirito di imprenditorialità. Le visite sono state coordinate dall’Ing. Emanuele J. De Simone. Dopo i saluti istituzionali del dott. Giuseppe Scibetta, presidente della Fondazione “Pomara-Scibetta”, che ha sottolineato l’importanza per le nuove generazioni di valorizzare le proprie esperienze di vita, tenendo presente tre parole chiavi, tecnica, passione ed entusiasmo, sono intervenuti la prof.ssa Stella Pizzuti del Polo liceale di Rossano, il prof. Giuseppe Ferraro sul tema “Gli itinerari di Clio” e la classe IV B del Liceo classico sul tema “Google My Maps e le Porte del centro storico di Rossano”. Nelle conclusioni la dott.ssa Grazia Moretti ha evidenziato come il sapere umanistico sia fondamentale sia a livello di valori umani, ma anche per professioni apparentemente lontane da questo patrimonio culturale. Si è trattata di una giornata interessante sotto il profilo umano e culturale, per progettare il futuro e formare alla cittadinanza attiva. L’evento culturale è stato promosso anche in collaborazione con alcuni importanti enti ricerca e cultura: l’Istituto Calabrese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia contemporanea, l’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, la Deputazione di Storia-Patria per la Calabria e l’Associazione Parchi Culturali Italiani.

Senza categoria

“Biografie dal Risorgimento”

Il Risorgimento calabrese è stato segnato da figure che per la loro tenacia ed il loro
coraggio hanno segnato la storia dell’Italia Unita. Tra queste, numerosi sono stati i
cosentini che hanno ricoperto ruoli istituzionali all’interno del costituendo Regno
d’Italia, dopo aver svolto una lunga e intensa attività politica e militare, come i
fratelli Tommaso e Francesco Saverio Arabia, originari di Dipignano, o ancora i
fratelli Vincenzo e Francesco Saverio Sprovieri di Acri. Infine, quasi a fare da
contraltare ai precedenti, la figura di Francesco Mele, appartenente a quella
generazione che dovette affrontare le problematiche sorte nei decenni successivi al
processo unitario, che dimostra come la questione meridionale fosse ben chiara in una
parte della classe dirigente calabrese. Ripercorriamo la storia di queste figure
risorgimentali grazie alle biografie del dott. Fabio Arichetta pubblicate sul Dizionario
biografico della Calabria contemporanea dell’Istituto calabrese per la storia
dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea diretto dal prof. Pantaleone Sergi. Le
biografie sono visionabili ai seguenti link.

https://www.icsaicstoria.it/arabia-tommaso/
https://www.icsaicstoria.it/arabia-francesco-saverio/
https://www.icsaicstoria.it/mele-francesco/
https://www.icsaicstoria.it/greco-antonio/
 
https://www.icsaicstoria.it/anghera-francesco/
https://www.icsaicstoria.it/de-sauget-guglielmo/
https://www.icsaicstoria.it/guarna-logoteta-carlo/
https://www.icsaicstoria.it/pellicano-paolo/
 
https://www.icsaicstoria.it/plutino-agostino/
 
https://www.icsaicstoria.it/plutino-antonino/ 
https://www.icsaicstoria.it/plutino-fabrizio/
 
https://www.icsaicstoria.it/vollaro-francesco-saverio/
https://www.icsaicstoria.it/vitrioli-diego/
https://www.icsaicstoria.it/visalli-vittorio/
https://www.icsaicstoria.it/tocco-felice/

https://www.icsaicstoria.it/stocco-francesco/
https://www.icsaicstoria.it/stocco-vincenzo/
https://www.icsaicstoria.it/sprovieri-vincenzo/
https://www.icsaicstoria.it/sprovieri-francesco-saverio/
https://www.icsaicstoria.it/romeo-giovanni-andrea/
https://www.icsaicstoria.it/romeo-pietro-aristeo/
https://www.icsaicstoria.it/romeo-stefano-luigi/

Senza categoria

Un nuovo inizio!

Si è svolta ieri la primissima riunione del neonato Osservatorio dei Giovani Universitari, organo legato al Comitato Provinciale di Cosenza dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano. L’Osservatorio è composto da giovani studenti e studentesse universitari di varie facoltà e vari atenei il cui obiettivo è promuovere incontri culturali e iniziative in cui valorizzare il “pensare storicamente” a prescindere dalle provenienze formative e professionali. Certi che la storia sia fondamentale per la formazione di una cittadinanza attiva consapevole, critica e aperta al confronto. Giuseppe Ferraro, direttore del Comitato Provinciale di Cosenza dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, e Quintino Berardi, coordinatore del sopracitato Osservatorio, hanno dimostrato insieme a tutti i membri il loro entusiasmo per questo nuovo inizio, con l’augurio che porti a tanti progetti, idee ed eventi. I membri effettivi dell’Osservatorio sono Pietro De Simone, Jossaf Bachkar, Cosimo Pedace, Beatrice Salatino, Bruno Spagnuolo, Morena De Vincenti, Francesco Rivitti, Francesco Morelli, Andrea Crocco.

Il logo del nostro Osservatorio è stato realizzato dal membro Pietro De Simone, che ringraziamo.

Senza categoria

Arte e Cultura al “Parco Culturale – Pomara-Scibetta”

Nella suggestiva cornice del “Parco Culturale – Pomara-Scibetta” a Cava di Melis (comune di Longobucco) nella serata del 23 agosto, in occasione della festività di Santa Rosa da Lima, sono stati presentati tre interessanti volumi per riflettere sulla storia, cultura e politica della Calabria e del Mezzogiorno nel lungo periodo: Filippo Veltri, Regioni. 50 anni di fallimenti, Rubbettino; Giuseppe Ferraro, Vincenzo Padula e i briganti, Rubbettino; Massimo Veltri, Lo zio americano, Pellegrini. I lavori sono stati introdotti e moderati dall’arch. Emanuele V. De Simone. Partendo dalla presentazione dei volumi si è approfondita anche la storia della Sila e del suo valore culturale oltre che naturalistico. Durante la visita al “Parco Culturale – Pomara-Scibetta”, con le sue monumentali opere, artistiche ed architettoniche, anche di Emanuele De Simone Junior, si può vivere e ammirare un lungo percorso dove l’infinito alberga nel finito, fatto di storia e arte, memoria e passione, dove la terra dialoga con il cielo. Le opere sono il frutto del contributo della FONDAZIONE POMARA SCIBETTA ARTE BELLEZZA CULTURA e della  sensibilità culturale, dei sogni, della tenacia e passione del dott. Giuseppe Pino Scibetta.

La serata ha visto la partecipazione di un attento e numeroso pubblico. Da qui l’auspicio di Giuseppe Ferraro, direttore del nostro Istituto, che questo luogo possa diventare meta per percorsi didattici e iniziative culturali che partendo dalla Sila possano avere risonanze su tutto il territorio nazionale e per riflettere sulle bellezze e risorse della Calabria.   

I vari relatori