Appuntamenti e Rassegne

Mercoledì 19 Febbraio: una giornata di iniziative.

Si sono tenuti nella giornata di mercoledì 19 Febbraio i due appuntamenti patrocinati dal nostro Istituto. Il primo, svoltosi presso l’IIS “E.Majorana” di Corigliano-Rossano dove sono intervenuti la Dott.ssa Pina De Martino (Dirigente IIS “E.Majorana), il Prof. Giuseppe Ferraro (Coordinatore Commissione Didattica ICSAIC e Presidente di questo Istituto), il Prof. Raffaele Pellegrino (Docente di Storia e Filosofia).

Il secondo, “Il laboratorio dello Storico: Musica, Memoria e Clio, svoltosi presso l’aula magna del Liceo Scientifico di Corigliano-Rossano. Ha introdotto il Prof.Giuseppe Ferraro ed hanno relazionato il Prof.Raffaele Pellegrino e Antonio Bevacqua (presidente associazione “Neilos”).

Alcune immagini delle iniziative:

Buona Lettura

Buona Lettura. Il poeta cospiratore

Offriamo ai gentili lettori un approfondimento sulla figura di Biagio Miraglia, grazie ad un testo inviatoci dal Prof. Franco Liguori.

http://bit.ly/ilpoetacospiratore

Appuntamenti e Rassegne

All’istituto tecnico Majorana si parlerà delle leggi razziali

Interessante incontro-dibattito per i ragazzi promosso dai docenti Ferraro e Pellegrino

“Le leggi razziali in Italia: pregiudizio, propaganda, violenza”. È questo il tema dell’incontro-dibattito che si terrà il prossimo mercoledì 19 febbraio, a partire dalle 11.15, nell’aula magna dell’istituto tecnico industriale “Majorana” di Corigliano-Rossano. I principali caratteri delle politiche razziali verranno delineate con l’ausilio di un singolare percorso iconografico.
«Sarà una finestra di riflessione imprescindibile – si legge in una nota dell’istituto – che ne registrerà il fondo di violenza, smascherando l’ideologia pseudo-scientifica del concetto di “razza”, con particolare riferimento allo sport e alla musica. Si tenterà di sondare i meccanismi perversi della propaganda applicata al bersaglio musicale per eccellenza nell’età dei totalitarismi, il jazz – anche attraverso la ricostruzione di storie più o meno conosciute dei protagonisti del panorama artistico dell’epoca -, accennando inoltre alla centralità simbolica e non dell’attività sportiva nella vita quotidiana».
«Quella del prossimo mercoledì sarà – si legge ancora – un’occasione culturale imperdibile, ideata dai docenti di lettere dell’istituto, che vedrà come protagonisti assoluti, insieme alla dirigente Pina De Martino, i professori Giuseppe Ferraro e Raffaele Pellegrino».
Ferraro, infatti, è docente di Storia e Filosofia nei licei, dottore di ricerca in storia presso l’università degli studi della Repubblica di San Marino, cultore della materia in storia contemporanea presso il dipartimento di scienze politiche e sociali dell’università della Calabria, ricercatore presso l’Icsaic, autore di svariate pubblicazioni e vincitore di numerosi premi per l’attività di ricerca. È, inoltre, formatore in diversi corsi per docenti e studenti, membro della società italiana per lo studio della storia contemporanea, coordinatore della commissione didattica dell’istituto calabrese per la storia dell’antifascismo e dell’Italia contemporanea, coordinatore della commissione didattica dell’istituto italiano per la storia del risorgimento.
Raffaele Pellegrino, invece, è docente di storia e filosofia presso il liceo “San Benedetto” di Conversano, ricercatore Ipsaic, autore di svariate pubblicazioni, cultore della materia in storia della filosofia dei diritti umani, filosofie contemporanee e saperi di genere presso l’università degli studi “Aldo Moro” di Bari, docente di chitarra classica presso l’associazione musicale ente morale “Il Coretto” di Bari.
All’iniziativa, patrocinata dall’ Icsaic e dall’istituto italiano per la Storia del Risorgimento, prenderanno parte gli alunni del triennio dell’istituto tecnico industriale.

Informazioni tratte da l’Eco dello Jonio

Appuntamenti e Rassegne

27 GENNAIO 2020. GIORNATA DELLA MEMORIA

Il 27 gennaio è una data evocativa per la storia di ieri e di oggi. Scelta nel 2005 per ricordare ogni anno la Shoah, lo sterminio del popolo ebraico perpetrato dai nazisti. In questo giorno del 1945, infatti, l’Armata Rossa liberava il campo di concentramento di Auschwitz, ridando libertà e dignità ai prigionieri lì detenuti.
Tra le manifestazioni a cui abbiamo partecipato attivamente si segnala l’iniziativa a Rossano, presso l’Auditorium Amarelli di contrada Frasso, dove alle ore 10 della giornata odierna si è tenuto un approfondimento su “Gli internati militari italiani, l’eroica figura del colonnello Fabio Martucci”. Dopo l’apertura con proiezione di filmati e intrattenimento musicale a cura di Pino e Alessio Salerno, hanno portato i saluti ai presenti il dott. Fortunato Amarelli, la dirigente dell’ITIS-ATAS-ITC di Corigliano-Rossano Anna Maria Di Cianni, la Presidente della Commissione Cultura del comune di Corigliano-Rossano Alessia Alboresi ed il sindaco Flavio Stasi. Sono intervenute, inoltre, la dott.ssa Claudia Martucci, il prof. Giuseppe Ferraro, membro direttivo dell’ICSAIC, e lo storico Franco Filareto. Le conclusioni dell’evento, moderato dal prof. Sandrino Fullone, sono state affidate al presidente dell’Ass. Rossanesi nel Mondo Cav. Mario Scorza.

Nel pomeriggio, invece, ci siamo “spostati” a Sibari presso il salone della chiesa del Buon Pastore. Dopo i saluti del parroco Pietro Groccia e del sindaco di Cassano allo Ionio Gianni Papasso, sono intervenuti Leonardo Alario, Presidente dell’Istituto di Ricerca e di Studi di Demologia e Dialettologia, e il coordinatore della Commissione didattica dell’ICSAIC Giuseppe Ferraro. All’iniziativa hanno preso parte anche le scuole del circondario.

Le iniziative sono state organizzate insieme all’ICSAIC, all’Associazione Nazionale ex deportati e reduci, all’Associazione Nazionale Partigiani e insieme alla sinergia con la scuola ITAS-ITC di Corigliano-Rossano, anche grazie all’attività didattica promossa dalla Professoressa Irene Collia.

Appuntamenti e Rassegne

Resoconto attività svolte nel 2019

Il 2019 è stato un anno molto ricco di attività per l’Istituto per la Storia del Risorgimento italiano – Comitato Provinciale di Cosenza. Abbiamo cercato il più possibile, attraverso le nostre attività, di valorizzare la dimensione anche civile della storia, il suo educare alla problematicità e alla diversità dei punti di vista e delle sue interpretazioni. Una storia che prepari alla buona cittadinanza grazie anche alla conoscenza storica. Il nostro progetto, che ovviamente continua insieme a tutti quanti voi, è stato anche quello di valorizzare il nostro territorio. Una storia del territorio però aperta e comparata con il resto dell’Europa, del Mediterraneo e del mondo. Speriamo di aver seminato bene o comunque di aver suscitato interesse e curiosità nelle comunità civili e nelle scuole dove abbiamo portato avanti seminari, convegni, dibattiti, presentazioni di libri, progetti di formazione docenti, di ricerca scientifica e di alternanza scuola-lavoro. Tutti i nostri progetti hanno mirato a valorizzare il canale della comunicazione e della divulgazione, ma alla loro base abbiamo sempre posto la ricerca scientifica. Per questo ci siamo sempre interfacciati con studiosi, Università e Istituti di ricerca e promozione culturale. Il testo è una rielaborazione di un recente discorso del nostro presidente Giuseppe Ferraro sulle attività dell’Istituto svolte nel 2019, adattato e curato per l’occasione da Quintino Berardi.
Di seguito una selezione della attività svolte in collaborazione con altri Enti e Istituzioni:

  • 7 FEBBRAIO
  • 12 FEBBRAIO
  • 3 APRILE
  • 18 MAGGIO
  • 24-28 GIUGNO
  • 10 AGOSTO
  • 12 AGOSTO
  • 17 AGOSTO
  • 23 AGOSTO
  • 16 SETTEMBRE
  • 5 OTTOBRE
  • 24-25 OTTOBRE
  • 15 NOVEMBRE
  • 17 NOVEMBRE
  • 20 NOVEMBRE
  • 4 DICEMBRE
  • 7 DICEMBRE
  • 11 DICEMBRE

In allegato c’è anche un breve videoclip contenente le foto dei vari eventi, articoli di giornale e spezzoni di interviste

A cura di Quintino Berardi e Pietro De Simone

Appuntamenti e Rassegne

Alcuni Approfondimenti con le nostre “Pillole di Storia”.

Si è parlato, in occasione dei cento anni della fondazione, del Partito Popolare Italiano.
Il Colonialismo Italiano. Una storia ancora da scoprire.

Appuntamenti e Rassegne

“Pillole di Storia”. L’intervista al nostro Presidente Giuseppe Ferraro sui 30 anni del crollo del muro di Berlino.

Appuntamenti e Rassegne

Storia post-unitaria, Giuseppe Ferraro presenta “Il Prefetto e i Briganti”.

Si è tenuta ieri sera sabato 7 Dicembre alle ore 17, per tentare di far chiarezza sul tema, presso la sala consiliare del Comune di Motta Santa Lucia, la presentazione de “Il Prefetto e i Briganti” edito da Mondadori/Le Monnier di Giuseppe Ferraro, dottore di ricerca presso l’Università di San Marino e Presidente dell’Istituto di Storia del Risorgimento Italiano Comitato provinciale di Cosenza. Ha introdotto, con una riflessione sull’opera, il prof Ezio Arcuri, ed a seguire c’è stato il diretto intervento dell’Autore che ha aperto il dibattito con i convenuti.

L’evento è stato organizzato dalla ProLoco di Motta Santa Lucia, la cui socia, Elena Mancuso, ha dato il benvenuto all’autore e a tutto il pubblico presente.

Il volume ha avuto numerosi riconoscimenti e premi come “Spadolini-Nuova Antologia” a Firenze, “P.P. D’Attorre” a Ravenna, “Troccoli Magna Graecia” e “Amaro Silano” in Calabria, anche la menzione speciale al premio “Sele d’oro” ed è stata tra le cinque finaliste nazionali dell’Opera prima SISSCO nel 2017.

Informazioni tratte da OttoeTrenta

Buona Lettura

Buona Lettura. Una Union Sacrée per la Pace e per la Rivoluzione. Il movimento dei giovani sovversivi meridionali contro la guerra (1914-1918)

In occasione dell’11 Novembre, data in cui nel 1918 è stato siglato l’Armistizio di Compiègne, per la nostra rubrica Buona Lettura suggeriamo “Una Union Sacrée per la Pace e per la Rivoluzione. Il movimento dei giovani sovversivi meridionali contro la guerra (1914-1918) di Daria De Donno.

Allo scoppio del primo conflitto mondiale l’adesione della gioventù patriottica e nazionalista alle spinte interventiste ha messo in ombra l’esistenza di un opposto fronte giovanile, antimilitarista e internazionalista, che dai mesi della neutralità e per tutto il periodo bellico tenta di dare forma a un articolato movimento dal basso contro la guerra, per la pace, per la rivoluzione sociale.
Il volume ricostruisce – con un taglio che, nel quadro di una narrazione più generale, privilegia la realtà meridionale – le vicende di una minoranza organizzata di giovani e in alcune congiunture di giovanissimi (appartenenti al mondo rurale e artigianale/operaio), che cercano di farsi interpreti e di mobilitare quella ‘maggioranza silenziosa’ che non trova altre voci, proponendo una dimensione alternativa a quella della retorica del sacrificio per la patria. Il progetto fallisce, ma lascia dietro di sé una significativa eredità valoriale che può essere colta, in una prospettiva di più lungo periodo, nel corso del Novecento.

Buona Lettura

Informazioni tratte da Mondadori Education

Appuntamenti e Rassegne

Insegnare il Risorgimento. Un percorso ad ostacoli?

Si è tenuto a Padova nei giorni 24-25 Ottobre 2019 presso il Museo della Terza Armata, il Convegno organizzato dall’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano – Comitato di Padova, con tema “Insegnare il Risorgimento. Un percorso ad ostacoli?”. Nei due giorni pieni di contenuti ed interventi ha partecipato anche il Presidente del nostro Istituto Giuseppe Ferraro con il suo intervento dal titolo “Insegnare il Risorgimento”: un’unità di apprendimento per le secondarie superiori sulla specificità dell’Italia Meridionale nel Risorgimento